domenica 27 marzo 2016

NOVITA' IN LIBRERIA- APRILE 2016

SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!

Finalmente la primavera sta arrivando e con lo sbocciare dei fiori arrivano in libreria tantissime novità, questo mese dedicato interamente al fantasy distopico.
Nuove serie ci terranno incollati alle pagine aspettando il loro seguito e soprattutto che questo non arrivi dopo tanto tempo... Accanto alle nuove serie, arrivano i seguiti di alcune di quelle amatissime dal pubblico di lettori italiani e non solo.
Un post pieno di sorprese con il quale non solo cercherò di placare i vostri animi in attesa, ma vi auguro anche Buona Pasqua!!!
Ma partiamo subito e come sempre BUONA LETTURA!!!


La prima novità, di cui vi parlo è Red Rising. Il canto proibito di PIERCE BROWN che verrà pubblicato in Italia il 5 Aprile per la casa editrice Mondadori, primo volume di una trilogia distopica molto particolare. 
La copertina bellissima già mi ha convinto e l'ambientazione su Marte ancora di più!!!
Non avevo mai sentito parlare di un distopico ambientato su Marte, una realtà conosciuta o meglio che si sta conoscendo in questi anni, e la cosa mi incuriosisce e non poco.
La storia è quella di un pianeta, Marte appunto, la cui popolazione è divisa in due caste, i Rossi e gli Oro. I Rossi sono la classe più bassa, si occupa di scavare le profondità del pianeta per eliminarne tutto ciò che lo rende inabitabile. Gli Oro sono, invece, la classe ricca. Tra i Rossi c'è Darrow, un ragazzo di sedici anni, orfano di padre, che trova la sua consolazione, per quella vita così dura, nell'amore per Eo, una ragazza dai forti ideali rivoluzionari. Un giorno i due vengono scoperti a baciarsi in un luogo in cui non avrebbero dovuto essere e questo li costringe a dover subire un processo tramite il quale Eo verrà condannata alle frustate. Le urla di dolore che ci si aspetterebbe di sentire dalla bocca di Eo sono, però, sostituite da un canto di libertà e rivoluzione che Darrow riconosce per averle già sentite dal padre che, proprio per questo motivo, aveva perso la vita. Quale sarà la sorte di Eo?

La seconda novità del mese è il secondo volume di una trilogia dedicata ai viaggi tra mondi paralleli, sto parlando di Firebird. La difesa di CLAUDIA GRAY pubblicato dalla casa editrice HarperCollins Italia il 14 aprile. 
Secondo volume di una saga piaciuta a moltissimi Booktubers che seguo, che si sono cimentati nella lettura di questa nuova avventura nata dalla penna di un'autrice che ha esordito con una saga dedicata ai vampiri (EVERNIGHT). Se per la prima saga, di cui ho letto solamente il primo volume e non mi era dispiaciuto, i pareri sono stati molto contrastanti, per Firebird ho trovato consensi e pareri molto favorevoli nella maggior parte dei casi. Non ho ancora letto il primo volume, Firebird.La caccia, ma conto di farlo presto proprio perché la curiosità che ho è tantissima. 
In questo volume continuano le vicende di Marguerite che, dopo aver utilizzato il Firebird costruito dai suoi genitori, vede attorno a sé crescere sempre di più il numero di persone che vorrebbero farsi aiutare da lei per dominare i loro mondi. Marguerite si trova costretta ad aiutarli fino a quando, però, il suo fidanzato, Paul, non viene attaccato e la sua coscienza distribuita in pezzi tra i vari mondi paralleli. Le prove e le città che dovrà affrontare Marguerite non solo la guideranno verso la ricostruzione della coscienza di Paul, ma anche a mettere in discussione tutto quello che aveva progettato con lui...

Dall'autrice della famosissima e amatissima serie di Legend, arriva in Italia, grazie alla casa editrice Newton Compton, il primo volume della serie The Young Elites, che in Italia prende il nome di La Battaglia dei pugnali di MARIE LU che troverete nelle librerie a partire dal 14 Aprile. 
Di questa serie ne ho sentito parlare benissimo da coloro che l'hanno letta in inglese, così, appena ho visto che la Newton ha deciso di pubblicarla anche qui da noi l'ho subito inserita nella mia Wish List insieme a tutte le altre novità di cui vi sto parlando. Non si sa ancora se si tratti di una trilogia o serie, quindi vi segnalo, per ora che è il primo volume di una storia legata a persone che acquisiscono poteri magici.
Infatti, dopo un'epidemia che ha lasciato in vita un numero esiguo di bambini, questi sono rimasti marchiati per sempre da una malattia. Tra di loro è sopravvissuta  Adelina che vede progressivamente cambiare il suo aspetto e la fa considerare come una appestata dalla propria famiglia e una sorta di  maledizione. La realtà è che chi è sopravvissuto all'epidemia ha acquisito dei poteri magici e questo li porta ad entrare a far parte della Giovane Elite. Appartenere alla Giovane Elite non è solo un privilegio, ma porta i giovani che ne fanno parte a dover affrontare gli Inquisitori e gli Ordini segreti che li sottoporranno a continue peripezie che ci terranno col fiato sospeso...

Per gli amanti delle CRONACHE LUNARI arriverà presto in Italia, il 26 aprile il terso volume della saga composta in tutto da quattro volumi, sto parlando di Cress di MARISSA MEYER che verrà pubblicato dalla casa editrice Mondadori. Purtroppo non è stata ancora pubblicata la copertina della versione italiana, sicuramente verrà cambiata rispetto all'originale, ma in compenso ho trovato questa qui della versione francese che è DECISAMENTE BELLISSIMA...forse anche più di quelle originali. Le avventure che la Meyer ci racconta in questo terzo libro sono  quelle di Raperonzolo, come vedete anche dai lunghissimi capelli della ragazza in copertina. Non so dirvi molto di più se non che la curiosità anche in questo caso è tantissima e devo assolutamente recuperare i primi due volumi della serie...




Un'ultima novità che voglio segnalarvi è il primo volume di una nuova serie che unisce alla distopia la storia d'amore, mix che molto raramente manca negli intrecci narrativi di questo genere letterario, vi sto parlando di Forever. The book of Ivy di Amy Engel che verrà pubblicato per la Newton Compton il 21 aprile
Anche in questo caso devo dire che la copertina scelta dalla Newton è molto più bella rispetto a quella originale e soprattutto rende bene l'idea dell'ambiente in cui si svolgono le vicende. La cover originale, invece, mi ha dato l'impressione di qualcosa di distaccato dal potenziale lettore... non so...Comunque... La storia, anche in questo caso, è molto accattivante,due clan, i Westfall e i Lattimer si contendono il dominio del mondo. Un mondo che rimane a lungo in equilibrio perché la comunità, da oltre 50 anni, è sottoposta ad un rito che ne assicura la stabilità. Ogni anno i due clan si sfidano e uno dei figli del clan vincitore è costretto a sposare una delle figlie appartenente al clan perdente. Ivy è la prescelta che dovrà sposare il figlio dei suoi rivali. La sua missione? Uccidere il suo sposo e riportare la sua famiglia al potere...

Allora amici Lettori avete trovato qualcosa di vostro gradimento tra novità di questo mese?? Vi ricordo che queste sono solo alcune delle novità che usciranno in libreria e che se avete qualche altra novità di qualunque altro genere da segnalare potete tranquillamente lasciare un commento qui o sulla mia pagina Facebook...
Spero che questa sia stata una bella sorpresa da ricevere tramite un uovo di Pasqua virtuale... Vi auguro ancora una BUONA PASQUA E BUON DIVERTIMENTO A PASQUETTA... A presto Viaggialettori...Buone Letture!!!
  


mercoledì 23 marzo 2016

WWW...WEDNESDAY... #2

SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!

Eccomi di nuovo ad aggiornarvi un pò sulle letture che sto facendo o che voglio fare... anche se poi ogni volta mi faccio venire fantasie differenti... 
Dovete sapere che a maggio dell'anno scorso ho fatto una sorta di sfida con la mia dolce metà, nella quale io avrei dovuto leggere 50 libri e lui 15 (Non è ancora diventato un lettore forte, ma piano piano lo convertirò, già sta diventando un accumulatore ;-)). Ovviamente la vittoria starà dalla mia parte anche se lui ancora non si arrende, il premio?? OVVIAMENTE ALTRI LIBRI che, però, verranno pagati da lui... ME STRAFELICE!!! 
Tutto questo per spiegarvi che lo scopo di questa sfida era, originariamente, quello di farmi smaltire letture che ho accumulato negli anni, quindi tutto quello che ho ancora da leggere (4 libri, incluso quello che ho in lettura) fa parte ancora di quel gruppo che non finirò mai!!! Perché vi domandate??? Bhé...Nel frattempo ho comprato altri libri, altri me li regala lui,  altri ancora sono io a regalarglieli e voglio leggerli anche io, quindi le mie letture future aumentano sempre di più e ormai faccio parte di un circolo no vizioso, DI PIU', dal quale non uscirò mai più... ma vabbé ognuno ha la sua croce... 
Praticamente ho straparlato per mezzo post solo per dirvi che,  pur avendo quasi finito la mia sfida con lui, ne ho fatta un'altra che ho preso da Lara del canale CASTELLI DI CARTA (Vi lascio il link qui del canale e qui sul video in cui parla della sfida). Lei ed altre booktubers hanno realizzato una READING CHALLENGE 2016 composta da 36 punti, ad ognuno di questi punti corrisponde una caratteristica che vi permette di scegliere il titolo da abbinarvi, la mia furbata, se così si può dire, è stata inserire alcuni dei titoli della mia sfida in quelli della Reading challeng 2016, così da portarle avanti in contemporanea... Brava Mikla!!!
Va bene ho veramente straparlato.. passiamo al WWW... che è meglio...


Cosa stai leggendo?



Ebbene si, dopo la deludente lettura della terza parte di 1Q84 ho deciso di leggere il più famoso 1984 di George Orwell. Ho letto, e sentito, che questa opera fa parte di quei libri identificati come distopici. Sono dei libri ambientati in società post-apocalittiche, con un forte intento rivoluzionario e di critica alla società e ad una tecnologia che è distruttiva e negativa per la popolazione. Questo tipo di storie sono molto comuni nei libri e film fantastici che vengono pubblicati negli ultimi anni, ne sono un esempio Hunger Games di Suzanne Collins o  Maze Runner. Il labirinto di James Dashner, per fare sono degli esempi molto noti. 
Bene 1984 è uno dei capostipiti di questo tipo di letteratura. Orwell lo scrive nel 1948 ma riesce a pubblicarlo sono nel 1949, questo, però, non toglie nulla alla sua portata rivoluzionaria. La società di cui si parla è basata essenzialmente sull'annullamento della personalità di tutti coloro che la vivono. Tutto è programmato, tutto è volto alla spersonalizzazione, all'alienazione dei sentimenti e tutto è controllato dal Grande Fratello, rappresentato da un uomo dai penetranti occhi neri che vede tutto e osserva tutti, anche all'interno delle loro case. Devo dire che sono solo all'inizio della lettura, ma si capisce fin da subito che è un libro molto lungimirante in relazione alla visione del mondo che Orwell ci propone. E' sicuramente una lettura che farà riflettere molto e già posso dirvi che mi sta piacendo molto.


Cosa hai appena finito di leggere?


Queste sono le mie due letture concluse questa settimana. Di 1q84.Libro 3. Settembre- dicembre di Murakami Haruki, vi ho fatto la recensione, e non credo ci sia altro da aggiungere, l'ho già distrutto abbastanza (vi lascio la recensione qui). E' stato una delusione grandissima viste le premesse, sono stra-convinta che si sia trattato solamente di una trovata commerciale visto il successo delle prime due parti, ma ovviamente è una mia riflessione personale su quanto letto.
Memorie di Adriano di Marguerite Yourcenar è stato un libro molto molto bello. L'idea che mi sono fatta di questo personaggio è che si sia trattato di un uomo che, nelle sue possibilità, ha cercato di essere giusto per tutto il suo popolo e non solo per se stesso. La Yourcenar ricostruisce abilmente la figura dell'imperatore Adriano che, nei suoi ultimi giorni di vita, scrive una lunghissima lettera a colui che diventerà il futuro imperatore Marco Aurelio. Attraverso le parole di Adriano, si viene a conoscenza del suo programma politico, non solo legato a Roma, ma anche alle altre colonie romane. Si delinea la figura di un imperatore che, pur riconoscendo nel suo predecessore l'idea di giustizia, cerca di migliorare quanto gli è stato lasciato. Il tutto, pur essendo stato raccontato in poco meno di trecento pagine, non risulta essere una semplice elencazione di fatti, ma tutto è corredato da spiegazioni personali, filosofiche e riflessioni dello stesso Adriano.
La riduzione del fasto degli imperatori che lo hanno preceduto, diventa, si riflesso della sua austerità, ma allo stesso tempo elemento, per lui, di comprensione che la felicità del suo popolo si rispecchia anche in attività che lui stesso non approva del tutto. E' stato un imperatore di pace, sebbene si trattasse di un concetto ostico per alcune popolazioni, soprattutto a Gerusalemme, tuttora attraversata da guerre religiose. 

"Dato che l'odio, la malafede, il delirio hanno effetti durevoli non vedevo perché non ne avrebbero avuti anche la franchezza, la giustizia, la benevolenza. A che valeva l'ordine alle frontiere se non riuscivo a convincere quel rigattiere ebreo e quel macellaio greco a vivere l'uno affianco all'altro tranquillamente? La pace era il mio traguardo, ma non il mio idolo; e persino la parola <<ideale>> mi spiace perché troppo lontana dal reale"

Adriano è stato un imperatore, ma soprattutto un uomo che ha agito per il suo popolo, la sua ambizione a diventare imperatore non lo ha mai allontanato da una vita fatta di sacrifici e difficoltà, quali potevano essere quelle legate ai continui viaggi per le guerre, quella contro i Parti fra tutte. L'amore per la cultura e la conoscenza delle tradizioni e le culture di altri popoli e terre, la voglia di ammodernare le tradizioni e le condizioni di vita di Roma divennero il suo scopo principale.

"[...]:ciascuno la sua china; ciascuno il suo fine, la sua ambizione se si vuole, il gusto più segreto, l'ideale più aperto. Il mio era racchiuso in questa parola: IL BELLO, di così ardua definizione a onta di tutte le evidenze dei sensi e della vista. Mi sentivo responsabile della bellezza del mondo. Volevo che le città fossero splendide, piene di luce, irrigate d'acque limpide, popolate di esseri umani il cui corpo non fosse deturpato né dal marchio della miseria o della schiavitù, né dal turgore d'una ricchezza volgare; che gli alunni recitassero con voce ben intonata lezioni non fatue; che le donne al focolare avessero nei loro gesti una sorta di dignità materna, una calma possente; che i ginnasi fossero frequentati da giovinetti non ignari dei giochi né delle arti; che i frutteti producessero le più belle frutta, i campi le messi più opime. Volevo che l'immensa maestà della pace romana si estendesse a tutti, insensibile e presente come la musica del firmamento nel suo moto; che il viaggiatore più umile potesse errare da un paese, da un continente all'altro, senza formalità vessatorie, senza pericoli, sicuro di trovare ovunque un minimo di legalità e di cultura; che i nostri soldati continuassero la loro eterna danza pirrica alle frontiere; che ogni cosa funzionasse senza inciampi, l'officina come il tempio; che il mare fosse solcato da belle navi e le strade percorse da vetture frequenti; che, in un mondo ben ordinato, i filosofi avessero il loro posto e i danzatori il proprio. A questo ideale, in fin dei conti modesto, ci si avvicinerebbe abbastanza spesso se gli uomini vi applicassero una parte di quell'energia che van dissipando in opere stupide o feroci."

Molto bella ed intensa anche la rappresentazione dell'uomo Adriano, soprattutto in relazione al dolore provato per il suicidio del suo giovane amante Antinoo. Una morte inspiegabile per l'imperatore, che vive i suoi giorni nella costante ricerca del motivo di tale scelta da parte di quel ragazzo. Insomma si è trattato di una lettura molto interessante, per niente pesante nonostante si trattasse di una biografia, ma, come nel caso de La passione di Artemisia (di cui vi lascio la recensione qui), quando si tratta di biografie romanzate la lettura risulta sempre più scorrevole.

Cosa leggerai in seguito?


Il prossimo libro che leggerò è Moll Flanders di Daniel Defoe, uno dei libri appartenenti alla lista della sfida che sto per concludere...La copertina che vi lascio in realtà non è quella della versione che ho io,  perché devo fare la foto al mio libro, una vecchia edizione che usciva con qualche quotidiano e trovata a 3 euro ad un mercatino dell'usato. Comunque... Ho sentito parlare di questa eroina durante i miei studi universitari, così appena ne ho avuto l'occasione ho comprato il libro per conoscerla un pochino meglio. Di Defoe ho letto molto tempo fa Robinson Crusoe, in una edizione classici per ragazzi che non so quanti anni abbia potuto avere, e non mi era piaciuto per niente. O meglio, l'idea di sapere come si possa sopravvivere a lungo su un'isola era carina, ma poi ho trovato il racconto un pò troppo ripetitivo. Spero che non sia la stessa cosa con questo romanzo, anche se mi sembra poco probabile, visto che in Moll Flanders si raccontano le vicende di una ladra, quantomeno si tratta di una storia un pò più movimentata, diciamo così, ovviamente  per il giudizio definitivo rimando al post dedicato alla sua recensione...

Bene Amici Viaggialettori questo è il mio aggiornamento letture al momento, fatemi sapere se avete letto qualcuno di questi libri, quali sono le vostre risposte a queste tre semplici domande così da scambiarci qualche opinione e consiglio... Alla prossima buone letture a tutti voi ;-)!!!




lunedì 21 marzo 2016

LA CASSETTA DELLA POSTA #1

SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!

Oggi finalmente c'è un accenno di primavera ormai è alle porte anche se ancora stenta a palesarsi... diciamo che per chi è allergico come me questa cosa è gratificante... ancora niente occhi rossi, riniti e starnuti continui... Ma parliamo di libri che è meglio ;-)
Oggi vi propongo una nuova tipologia di post per presentarvi alcuni nuovi arrivi nella mia personale libreria, soprattutto acquisti e regali. Nonostante io sia già piena di letture arretrate (anche da anni), avere libri nuovi a disposizione mi permette di decidere con più difficoltà quale sarà la prossima lettura, ma credo che sia problema di ogni lettore quello di comprare più libri di quanti se ne vogliano leggere rimanendo in perenne stato di indecisione su quale sarà la prossima lettura...Bene, io non faccio assolutamente eccezione!!!
Complice degli acquisti, il fatto che tra gennaio e febbraio ci sono stati degli sconti vantaggiosissimi che non potevo farmi scappare. Oltre agli sconti, la bellezza di un mercatino dell'antiquariato in una città vicino a dove abito che non mi ha lasciato scampo, trovando delle chicche a soli tre euro non potevo lasciarle lì giusto??!!! Ovviamente non ci sono scuse per tutto ciò ma devo pur consolarmi in qualche modo no?! 
Come sempre bando alle ciance e partiamo subito... Buona lettura!!


 

Sicuramente la qualità dell'immagine lascia a desiderare, ma la foto è per rendere l'idea di quanto sia stato svuotato il mio portafogli... considerando che questi sono solo alcuni degli acquisti fatti in questo periodo :-/...

     

In queste prime due fotografie ci sono gli acquisti fatti al mercatino dell'usato e il mio regalo di San Valentino.
La trama del matrimonio di Jeffrey Eugenides è il secondo romanzo che incontro di questo autore. Ho già letto, molti anni fa, Middlesex e mi era piaciuto tantissimo. Tanto che mi sono ripromessa di leggerlo quanto prima. Altro romanzo di questo autore è Le vergini suicide da cui mi sembra sia stato tratto un film molto tempo fa e che non ho ancora letto, ma provvederò al più presto. In questo romanzo si parla di ciò che succede ad una coppia giovane nel momento in cui si trova ad affrontare l'arrivo di una terza figura che può rompere gli equilibri creati. Eugenides affronta tematiche legate all'aspetto psicologico delle personaggi di cui racconta le vicende. In Middlesex, ad esempio, racconta la storia di una ragazzina transessuale ripercorrendo le origini della sua famiglia e spiegando anche il motivo per il quale proprio lei sia nata in quel modo. Sullo sfondo la storia di un'America che cambia in corrispondenza delle varie generazioni di cui l'autore ci parla. Insomma spero che anche questo libro sia bello come il precedente e che l'autore non si smentisca.
Il secondo libro Vita di Tara di Graham Joyce è una fantasy molto particolare che ho scoperto grazie a Selina del canale Ombre Angeliche su youtube (vi lascio il link qui) o blog (qui). Purtroppo è un libro che non si può reperire facilmente, così appena l'ho trovato sulla bancarella non ci ho pensato due volte, ovviamente.
La storia ricorda un pochino quella di Alice nel paese delle meraviglie di Carroll. Tara è una ragazzina che improvvisamente scompare e riappare dopo vent'anni alla porta della casa paterna affermando di essere stata in un mondo parallelo per tutto quel tempo, ovviamente nessuno le crede. La trama sembra carina, dell'autore non ho mai sentito parlare quindi sarà una sorpresa totale, speriamo che mi piaccia.
L'ultimo libro di questa prima fotografia è Il signore delle mosche di William Golding. Di questo libro ho sentito parlare molte volte durante il periodo in cui è uscito Hunger Games sia in libreria che, successivamente, al cinema. La storia è quella di un gruppo di ragazzi che, sopravvissuti ad incidente aereo,  si ritrovano su un'isola sperduta a vivere senza alcun freno inibitorio e sociale. Sicuramente è una lettura piuttosto forte e non so quando la farò, non è un libro da leggere tanto per passare il tempo, diciamo, ho trovato questa edizione al mercatino e ne ho approfittato visto il prezzo, 2 euro.
L'ultimo libro di questa prima parte di fotografie è stato un regalo inaspettato da parte della mia dolce metà per San Valentino, sto parlando di Shantaram di Gregory David Roberts. Un libro che bramavo da quando la Casa Editrice NERI POZZA ha fatto la ristampa e ne ha inondato le librerie  in vista del seguito tanto atteso pubblicato a dicembre del  2015 (L'ombra della montagna),  dieci anni dopo la pubblicazione di Shantaram.
Di questo libro non avevo mai sentito parlare, ed è molto probabile che, se mi fosse capitato davanti nelle librerie, comunque lo avrei snobbato vista la mole (1177 pag. totali).
Infatti l'amore per i libri belli corposi mi è nata di recente e devo dire che, da quando ho terminato gli studi universitari ho iniziato una nuova vita da lettrice, più consapevole di quanto lo ero anni fa. Comunque... Diversi sono i punti a favore di questo libro, a parte il fatto di possederlo, ovviamente.. La storia narrata è in realtà la biografia del suo autore
Si tratta di una vita spericolata, e forse dire spericolata è poco, legata a rapine a mano armata, evasione da una prigione di massima sicurezza, l'attraversamento di paesi completamente diversi tra loro, Australia, India, Pakistan Afghanistan, guerre e ancora reati compiuti all'insegna dell'illegalità. Tutto questo bel mix mi  ha spinto ancora di più a leggere questo romanzo, soprattutto per la curiosità di sapere come, un uomo dal passato così turbolento sia riuscito comunque a trovare la sua redenzione attraverso opere di bene. Quando poi, avuto tra le mani il libro, ho letto le informazioni riguardanti l'autore, ho scoperto anche che Johnny Deep ha acquistato i diritti cinematografici, e questo è stato il segno di come la mia scelta sia stata più che azzeccata. Adesso non so quando lo leggerò, sicuramente durante l'estate, per evitare anche il soffocamento per leggerlo sotto le coperte... ma appena lo farò lo saprete sicuramente.




Questi ultimi quattro libri di cui vi parlo sono frutto degli sconti fatti in libreria, i primi tre,
 e l'ultimo è stata una nuova uscita che mi incuriosiva e il prezzo accessibile me l'hanno fatta prendere senza pensarci troppo.
Partiamo con la foto a destra, La moglie del califfo di Renée Ahdieh è un romanzo di cui avevo sentito parlare qualche tempo fa come rivisitazione de Le mille e una notte, ma all'epoca non si parlava ancora di una possibile traduzione in italiano. Poi un giorno guardando tra le nuove uscite delle Newton Compton mi sono ritrovata davanti agli occhi questo romanzo di cui ricordavo benissimo la copertina, uguale all'originale,  e ho deciso di prenderla subito. So che si tratta di una duologia ma non so quando e se tradurranno il secondo volume, quindi per adesso ci dobbiamo accontentare. La storia è quella di uno spietato califfo che si unisce in matrimonio, tutte le notti, con una moglie diversa che fa puntualmente uccidere. Si crea così un clima di terrore, fino a quando una giovane coraggiosa decide di bloccare il destino crudele riservato alle ragazze del luogo fino a quando,  innamoratasi proprio dello spietato califfo, decide di trovare la soluzione a questa sorta di maledizione senza fine. La trama è veramente carina, ho sentito molti pareri positivi da parte di coloro che lo hanno letto in lingua originale speriamo solo che la traduzione sia all'altezza dell'aspettativa.
A sinistra ci sono altri tre libri tutti frutto di acquisti in sconto tramite Ibs e Giuntialpunto. Approfittando del 25% fatto dall'Einaudi su tutto il suo catalogo tascabile ho optato per l'acquisto di Americanah di Chimamanda Ngozi Adichie. Questo libro lo avevo puntato in libreria perché mi aveva attirato sia il titolo che la copertina, poi ne ho sentito parlare molto bene da un ragazzo che fa anche lui video su Youtube Giovanni Snack Attack (vi lascio il link quie mi sono lasciata convincere. La storia è quella di una ragazza africana che vince una borsa di studio per andare in America e si trova a dover affrontare tutte le difficoltà legate alla creazione di una nuova fase della sua vita, ad adattarsi ad uno stile di vita completamente diverso dal proprio diventando così Americanah, come la identificano le persone del suo paese natio. Spero che anche in questo caso si tratti di una bella scelta, ma i pareri molto positivi che ho sentito mi lasciano ben sperare.
Altro libro, preso sempre con questo tipo di sconto,  è La fine del mondo e il paese delle meraviglie di Murakami Haruki. Ebbene si, nonostante la delusione provata per la terza parte di 1q84 ho deciso di dare una nuova possibilità a questo scrittore che comunque mi piace sia per il tipo di realtà che racconta, sia per il suo stile di scrittura. In realtà non so nulla di questo libro, l'ho comprato a scatola chiusa e credo che non leggerò nulla fino al momento in cui non prenderò il libro tra le mani e lo leggerò. So che non sono racconti ma si tratta di un romanzo, io preferisco sempre di più i romanzi perché con i racconti mi sembra sempre di lasciare le storie a metà, ma mi sono ripromessa di leggerne di più... chissà.. mi sono fatta talmente tante promesse che non credo mi basterà una vita per mantenerle tutte..Ah Ah Ah!!! Comunque... spero che si tratti di una bella storia avvincente e inquietante come lo stile di questo scrittore.
Ultimo libro di cui vi parlo è il primo volume della pentalogia che prende il nome di Guida galattica per autostoppisti di Douglas Adams. Ho letto molte recensioni positive su questo libro, o meglio serie di libri, dicono sia molto divertente e sorprendente. So che è stato anche inserito nella lista di titoli da leggere almeno una volta nella vita, così appena ho visto che su Ibs stavano facendo degli sconti del tipo più compri meno paghi, l'ho preso ad una cifra irrisoria (circa 2,50 euro). Dopo qualche giorno ho scoperto che hanno fatto una versione nuova che praticamente unisce tutti e cinque i libri un unico volume, mi sembra sia stata stampata sempre dalla Mondadori. Vedremo come sarà per me questo primo volume e se poi mi piace comprerò magari la versione raccolta di tutti e cinque i libri che sicuramente è più comoda da tenere.

Bene amici lettori e non spero vi siano piaciute queste mie entrate, fatemi sapere se avete letto qualcuno di questi libri e se vi sono piaciuti. Come sempre sono apertissima a ricevere consigli... Spero anche che questa nuova tipologia di post possa esservi di aiuto per le vostre prossime letture o acquisti... Alla prossima... Un abbraccio virtuale a tutti voi!!!


venerdì 18 marzo 2016

RECENSIONE mini: "1Q84. PARTE 3. OTTOBRE-DICEMBRE" di Murakami Haruki

SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!

Il week- end si avvicina finalmente... Avete intenzione di iniziare qualche nuova lettura entusiasmante? Ci saranno nuovi acquisti? O avete incontrato uno di quei libri che alla fine vi chiedete cosa avrebbe voluto dirci l'autore e vi è passata la voglia di leggere?? 
La mia mini recensione di oggi appartiene, in un certo senso , a quest'ultima categoria, purtroppo :-( 
Ho chiamato, quella di oggi, una mini recensione per vari motivi. Il primo motivo è perché si tratta del libro conclusivo di una serie composta da tre parti, quindi non posso parlare della storia nel particolare altrimenti vi anticiperei tutto; l'altro motivo è perché non ci sono molte cose da dire, purtroppo è stata una grande delusione...ma ve ne parlo meglio nel post, quindi buona lettura a tutti voi !!!


TRAMA: Aomame e Tengo vivono, da sei mesi, in una realtà che non è la loro, costantemente alla ricerca l'uno dell'altro. Solo l'amore che provano permette loro di superare le difficoltà che quella realtà gli sottopone costantemente. Braccati dal Sakigake e da Ushikawa, un investigatore privato, i due continuano a vivere nel pericolo, non solo di questi persecutori, ma anche sotto la costante presenza di due lune, che rappresentano un punto fermo di questa realtà surreale nella quale si trovano. La ricerca costante e l'attesa di ritrovarsi sono le due costanti nel capitolo conclusivo dedicato al mondo dell'anno 1Q84 di Murakami Haruki.

Titolo: 1Q84. Parte 3. Ottobre-Dicembre


Autore: Murakami Haruki
Casa Editrice: Einaudi
Anno: 2015 (Ristampa)
Pag: 408
Prezzo: 13.00 euro


VALUTAZIONE:


Ebbene si! Vedete bene quale è stato il mio giudizio sulla terza parte di questa storia da me osannata per le prime due parti ma che di questa potrei anche evitare di spendere parole.
La prima cosa che ho pensato dopo aver finito di leggere questo romanzo è stata: "E QUINDI??"... Un romanzo che definirlo deludente è poco, anche avendogli date due farfalline il mio intento era darne una alla storia e una alla scrittura che, comunque, nonostante tutto, merita, secondo il mio personale punto di vista.
Ho pensato più volte in questi giorni a come avrei dovuto parlarvi di questo libro senza anticipare o creare un ammasso di parole che non hanno senso se non quello dello sproloquio.. ebbene... non ci sono molto riuscita. Per questo motivo il post sarà una riproduzione, più o meno fedele dello sproloquio nato spontaneamente in me dopo la fine della lettura,cercando comunque, o meglio sperando, di dare ordine ai miei pensieri, ma non so...Ecco io vi ho avvertiti... ora comincio...
La novità di questa terza parte è la presenza di un nuovo punto di vista, quello del signor Ushikawa. Se non lo ricordate, è il tizio che si presenta da Tengo cercando di convincerlo a prendere un'onerosa borsa di studio da parte di un fantomatico Istituto il cui scopo è finanziare progetti interessanti di giovani che non hanno capacità economiche adeguate per farlo. L'interesse reale di Ushikawa, si scopre essere la vita di Tengo per scovare, in realtà, quella di Aomame.Fin qui diciamo che ci si può stare...
La storia è quindi raccontata attraverso l'alternarsi dei tre punti di vista, Aomame Tengo e Ushikawa, di cui quest'ultimo, a volte, serve per legare insieme gli eventi che riguardano gli altri due permettendo, così, il procedere della storia
La cosa che invece non mi è piaciuta per niente di questo romanzo, che teoricamente  avrebbe dovuto dare spiegazioni su tutte le cose strane, e ce ne sono parecchie, che succedono nei primi due romanzi, è che di tutte quelle cose non si parla mai!!!
I personaggi che nelle prime due parti erano importanti per lo svolgimento narrativo legato alle vite di Aomame e Tengo spariscono, o fanno brevi apparizioni, i Little people rimangono solo un ricordo lontano in quanto non vengono neanche nominati nel testo se non due o forse tre volte in 400 pagine. 
Ma poi questi Little People chi sono?? L'interrogativo rimane tale perché l'autore ha preferito scrivere pagine e pagine sulla routine di Aomame, rinchiusa in un appartamento da cui si affaccia a vedere le lune, oppure quella di Ushikawa che rimane per giornate intere a fotografare persone che entrano ed escono da un palazzo.
L'unico che vive ignaro, o quasi, di tutto il pericolo che c'è nell'1Q84, è Tengo che fa anche lui una vita ripetitiva e monotona sebbene si sposti in altre zone del Giappone da quelle abituali nella vicenda.
I momenti di azione in questo terzo libro sono veramente pochissimi, e quei pochi  descritti sono svolti tutti nell'arco di due o tre pagine al massimo.
L'autore continua a dare molto spazio ai pensieri e al flusso di coscienza dei personaggi ma, a differenza dei primi due libri, in questa terza parte non hanno granché su cui riflettere data la loro inattività. Purtroppo non posso spiegare meglio o fare degli esempi perché altrimenti rovinerei la lettura di chi, nonostante la mia recensione, vuole dare una possibilità al romanzo.
Purtroppo, in questo terza parte, non ho ritrovato quasi nulla delle cose belle che mi avevano convinto delle parti precedenti, mi aspettavo uno scioglimento lento dei nodi e degli interrogativi che, però, sono stati banalizzati al massimo dall'autore, secondo me. Il lettore è spinto ad attendere con ansia il momento dell'incontro tra Aomame e Tengo e tutto si risolve in una mezza pagina, per non parlare delle frasi che si rivolgono sti' due quando si vedono dopo vent'anni...(Scusate l'abbandono al dialetto ma quanno ce vo ce vo!!!) 
Penso seriamente che il libro è stato scritto tanto per portare avanti la serie che, magari, avendo avuto molto successo con le prime due parti, avrebbe garantito all'autore un maggiore successo. Sicuramente chi ha letto le prime due parti avrà letto e comprato anche la terza, perché, vi ripeto, le premesse ci stavano tutte, ma a lettura ultimata non so quanti siano rimasti contenti di cosa c'è scritto, o meglio non scritto.
Sicuramente lo stile dello scrittore mi piace, ma non ho trovato la sapiente capacità di far entrare gradualmente il lettore nel mistero. 
In questo romanzo tutto è dato per scontato, tutto è ovvio e questo, secondo me, ha banalizzato tutto. Un libro che sicuramente poteva essere evitato viste le pochissime cose interessanti che contiene e sicuramente potevano essere inserite nei primi due volumi.
Sono consapevole del fatto che i libri non possono essere sempre corrispondenti al nostro gusto o alle nostre aspettative, ma fare proprio una discesa rapida verso il nulla quando le premesse erano così accattivanti è proprio una delusione...

Bene Viaggialettori... questa volta la recensione non è stata positiva ma i libri possono anche non piacere... spero solo di trovare qualche altra lettura interessante.. se avete suggerimenti sono qui ad ascoltarli con piacere.. Nel frattempo vi auguro un Buon Week-end... Alla prossima!!!







mercoledì 9 marzo 2016

NOVITA' IN LIBRERIA - MARZO 2016

SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!


Allora lettrici avete festeggiato con le vostre amiche?? Il bel tempo ci ha già abbandonato ed è tornato il freddo e la pioggia... Ma non rattristiamoci in fondo siamo ancora in inverno e ci tocca sopportare tutto questo per qualche tempo...ma veniamo a noi!!
Oggi voglio proporvi una nuova rubrica dedicata alle novità che usciranno o sono appena uscite in libreria, nel mese di riferimento, sperando di darvi qualche spunto per nuove letture o idee se dovete fare dei regali a qualcuno o a voi stessi, perché no...
Piccola premessa, le novità che di volta in volta metterò sul blog ovviamente non sono le uniche che usciranno, ma quelle che mi hanno attirato, per la notorietà dell'autore, la copertina o la trama... come se le vedessi in libreria praticamente... Spero che gradirete questo nuovo esperimento e che mi facciate sapere anche altre novità che mi sono sfuggite ... Cominciamo subito.. Buona Lettura!!!


Il primo libro che voglio segnalarvi è Una storia quasi solo d'amore di PAOLO DI PAOLO uscito per La Feltrinelli il 3 Marzo.
La storia racconta di due giovani, Nino e Teresa che provano una forte attrazione l'uno per l'altro, un'attrazione non solo fisica ma mentale. Nino, infatti, guardando Teresa riesce a leggerla come fosse un libro aperto, ne capisce le paure, le scelte, le ambizioni. Si racconta di due persone scontente che, però, decidono di trovare l'uno nell'altro le proprie mancanze, colmandole. 

L'altro libro è Purity di JONATHAN FRANZEN uscito l'8 Marzo per Einaudi. La storia narra le vicende di Purity detta Pip, che vuole cercare il padre di cui la madre non le ha mai parlato e dal quale è fuggita quando Pip era piccola. Purity ha anche un grande debito da pagare, tanto che per saldarlo trova un lavoro come stagista per una organizzazione informatica legata allo svelamento dei segreti dei potenti. Purity decide quindi di sfruttare i mezzi di questa organizzazione per cercare il padre. A lavoro conosce Andrea Wolf, personaggio che, come lei, ha un passato piuttosto burrascoso e un segreto nascosto. L'incontro tra i due sconvolgerà le loro vite ma questo non li fermerà dal cercare la loro verità.


Il 15 Marzo, per la casa editrice Mondadori, uscirà il primo volume di una nuova serie appartenente al ciclo di SHADOWHUNTERS, ovvero Signora della Mezzanotte-Dark Artifices di CASSANDRA CLARE. Il libro prende in considerazione la storia della Shadowhunters Emma e del suo paratabai Julian Blackthorn che nel cercare l'assassino dei genitori di Emma, uccisi 5 anni prima, rimangono implicati in un complotto demoniaco. 
Devo ammettere che sarò una delle poche che ancora non ha letto neanche un volume delle varie trilogie scritte dalla Clare. Prima o poi lo farò, visto i moltissimi pareri positivi che sento e letto in giro per il web... promesso!! L'altro volume di cui vi parlo fa parte sempre di una trilogia, la The Prodigium Trilogy, ovvero Sacrificio di RACHEL HAWKINS. Per non anticipare troppe cose, soprattutto ai lettori dei primi due volumi, posso dire che in questo terzo capitolo Sophie dovrà affrontare delle decisioni molto importanti non solo per la propria vita ma anche per quella dell'intero mondo. Per chi ha seguito tutta la serie ho letto che ad aprile dovrebbe uscire anche un prequel della serie... ma ve ne parlerò a tempo debito. Per adesso sappiate che il libro uscirà il 17 Marzo per la Newton Compton Editori

Di VALERIO MOLINARO esce il 14 Marzo sempre per la Newton Compton Editori A sei miglia da L'Avana. Il romanzo racconta la storia di Claudio e Aurora. Claudio a seguito di un intervento subito a causa di un incidente stradale ha perso la propria donna e la voglia di vivere, Aurora è invece una poliziotta che vuole reagire alla morte del collega e compagno di vita brutalmente ucciso. I due si conoscono sull'aereo diretto a L'Avana, isola che permetterà loro di trovare una ragione per tutto ciò che è successo alle loro vite.
Per la casa editrice Feltrinelli il 17 Marzo esce l'undicesimo libro di JONATHAN COE, Numero Undici. Coe è un autore di cui ho sentito spesso parlare per la sua satira pungente, cosa che non mancherà sicuramente in questo libro, e che mi ha sempre incuriosito, chissà se con questo libro sarà la volta buona che mi avvicinerò a lui... Mah! Comunque... La storia è quella di Rachel ed Alison, due ragazze che vivono nell'era dei reality e dei Social Network che vedono vanificare completamente i loro sogni proprio a causa di questa realtà. Un libro che permette a Coe di evidenziare i cambiamenti e l'inquietudine che questa realtà sta assumendo.

I due libri qui accanto sono rivolti principalmente a coloro che amano i thriller. Il primo esce per la Newton Compton Editori il 24 Marzo, Gli occhi neri di Susan di JULIA HEABERLIN. La storia è abbastanza inquietante e racconta di come Tessa viene ritrovata a 16 anni all'interno di una fossa coperta di ossa. Si scopre che è riuscita a sopravvivere alle mire di un serial killer che era solito seppellire le sue vittime in fosse ricoperte di un particolare fiore giallo. A distanza di 20 anni dall'episodio, Tessa scopre un giorno, che fuori dalla finestra della sua camera da letto è stato piantato di recente un fiore giallo simile a quelli usati dal killer. Le domande su quale sia stata la fine del reale assassino, che si sapeva fosse stato condannato a morte, fanno ricadere Tessa nell'incubo, costringendola a ripercorrere tutti gli eventi di quella terribile notte.
JO NESBO esce con il suo nuovo romanzo il 29 Marzo per la casa editrice EinaudiSole di mezzanotte racconta la storia di Jan Hansen spacciatore di Hashish e acidi pentito che cerca di nascondersi dalle grinfie del principale signore della droga di Oslo, il Pescatore. Jan arriva in un villaggio della contea di Finnmark, nell'estremo nord della Norvegia, spacciandosi per Ulf, un cacciatore. Jan riuscirà a trovare la strada per la redenzione e soprattutto a non farsi trovare dal Pescatore?
Per gli amanti del Contemporary Romance due uscite dalle trame che trasmettono messaggi positivi sono appunto Prometto di sposarti ogni giorno di PEDRO CHAGAS FREITAS che uscirà per la casa editrice Garzanti il 31 Marzo e Beautiful di ALYSSA SHEINMEL che uscirà il 10 Marzo per la Newton Compton Editori.
Il primo romanzo racconta la storia di un amore improvviso, travolgente e a distanza. E' la storia di due persone che si scelgono ogni giorno nonostante le difficoltà, che voglio no ritrovarsi e innamorarsi ogni giorno come fosse la prima volta, e ogni volta in un posto diverso fino a quando decidono di viversi ogni giorno, ogni minuto e secondo della loro vita.
Il secondo romanzo parla della vita di una ragazza carina piena di affetto da parte della sua famiglia, da parte del suo fidanzato e degli amici, con la passione della corsa. Un giorno, però, tutto questo le viene sottratto a causa di un incidente che la vede coinvolta e che le deturpa il viso. La storia è quindi quella di una rinascita, della volontà di riprendere in mano la propria vita affrontando le difficoltà di una nuova condizione che non deve essere un impedimento.

Gli ultimo due libri di cui voglio parlarvi sono uno scritto INEDITO di J.R.R. TOLKIEN intitolato La storia di Kullervo che uscirà per la casa editrice Bompiani il 17 Marzo. La vicenda raccontata è quella di Kullervo, un ragazzo orfano che vive con il mago Untamo assassino del padre, rapitore della madre e che più volte ha tentato di ucciderlo. Ad impedirlo, l'amore di Wanona, sorella gemella di Kullervo, e gli incantesimi del gatto Musti. Quando Untamo decide di vendere Kullermo come schiavo, il nostro protagonista decide di vendicarsi.
Ultimo libro novità del mese è una raccolta di racconti di STEPHEN KING che uscirà per la Sperling&Kupfer il 22 Marzo. All'interno del libro si troveranno alcuni racconti inediti, altri con delle annotazioni biografiche dell'autore e aneddoti legati alla scrittura degli stessi racconti. 

Bene la mia lunga lista di novità mensili è finita, avete notato quante belle copertine stanno facendo ai libri?? Anche l'occhio vuole la sua parte direi, a me piacciono tutte  e a voi? Fatemi sapere se il post vi è stato utile e se ci sono altre novità interessanti per questo mese. Alla prossima Viaggialettori... un abbraccio virtuale a tutti voi :-)

martedì 8 marzo 2016

RECENSIONE "LA PASSIONE DI ARTEMISIA" di Susan Vreeland


SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!


Finalmente dopo una settimana piena di impegni di vario genere torno con una nuova recensione :-) Essendo oggi l'8 Marzo, Festa delle donne, per fare gli auguri a tutte voi, ho pensato di pubblicare la recensione di un libro che racconta la vita di una delle donne più importanti del mondo artistico italiano del 1600, Artemisia Gentileschi. 
Bene, spero che il post vi piaccia, Buona Lettura!!!


TRAMA: Artemisia Gentileschi è costretta a subire un processo dalla Santa Inquisizione per la denuncia di stupro fatta dal padre Orazio contro il suo collaboratore Agostino. La vita di Artemisia sarà sempre condizionata dalla reputazione ormai rovinata dall'esito di assoluzione del processo ad Agostino che la porta, quindi, ad essere considerata una donna facile. La tortura e la sofferenza di quell'episodio segneranno inevitabilmente la vita della giovane Artemisia, costretta a cambiare città. 
Figlia del noto pittore seicentesco romano Orazio Gentileschi, Artemisia diventa la protagonista assoluta di un romanzo che ne ripercorre la vita privata e artistica, la sua affermazione nel mondo dell'arte, la sua sofferenza di donna sola e la tenacia nel voler imporre, ad una società fortemente maschilista il proprio punto di vista.
Si ripercorrono le varie tappe della sua carriera attraverso i fasti e le corti dell'Italia del Seicento come Napoli, Roma e Firenze e l'incontro con personaggi storici importanti.

Titolo: La Passione di Artemisia
Autore: Susan Vreeland
Casa Editrice: Beat
Anno: 2014 (Ristampa)
                                                           Pag: 332
                                                           Prezzo: 9,00 euro


Valutazione:


Come ho avuto già modo di dire, io compro libri che leggo quasi sempre dopo moooolto tempo che li ho comprati... ebbene questa volta non mi sono smentita!!
Questo doveva essere un libro da leggere sotto l'ombrellone, nel momento del relax totale del dopo pranzo, quando si aspettano le famose due ore prima di entrare in acqua... e invece NIENTE DI TUTTO CIO'! Comprato a luglio e letto a febbraio con il freddo e il gelo, BENE!! A parte questo, però, devo dire che la lettura è stata comunque piacevole, ma andiamo con ordine..
La passione di Artemisia è un libro molto particolare, è una biografia romanzata ma è anche una fotografia di quanto avveniva in Italia, artisticamente parlando, nel 1600.
Artemisia è la figlia del noto pittore caravaggista romano Orazio Gentileschi, ma è soprattutto una donna che ha avuto la forza e il coraggio di affermare la propria visione del mondo e dell'amore in un mondo prettamente ostile e chiuso alle donne.

""Una pittrice, eh? Allora suppongo che farete dei bei ritratti di sgualdrine" "Dipingo eroine". "Voi dipingete il vostro mondo, che è quello delle sgualdrine" disse sottovoce, ma fu come se mi avesse sputato in faccia. [...] "Nei miei quadri rappresento l'onore, l'orgoglio, il rapimento e il dolore, il dubbio, l'amore e lo struggimento". Parlai pacatamente ma rapida, in modo che non potesse interrompermi. "Spero di vivere tanto a lungo da dipingere ogni emozione umana". "

Questo libro è la storia di una donna che cerca costantemente di avere una parola di conforto e comprensione da un uomo, il padre, che non si cura di lei e, addirittura, concorre a rovinarle l'esistenza. All'età di 18 anni, infatti, Artemisia SUBISCE un processo per lo stupro fattole dal collaboratore del padre. Il processo e le conseguenti torture che le sono state inflitte per punire le sue "bugie", diventano un elemento importante nella sua pittura, soprattutto della sua prima produzione, caratterizzata proprio da scene violente (vedi GIUDITTA E OLOFERNE,1612 qui accanto).

Susan Vreeland ci delinea abilmente l'immagine di questa donna che è si testarda, ma allo stesso tempo alla continua ricerca di amore incondizionato: da parte del padre (dovrebbe essere ovvio ma a quanto sembra no), che non esita a sottolineare la perdita di valore economico a causa dello stupro subito dalla figlia; da parte di un marito che le offre solamente un matrimonio finto e privo di amore ma pieno di interesse e, in alcuni punti della vicenda, anche quello della figlia che sembra vivere in un mondo tutto suo privo di sensibilità nei confronti della madre (atteggiamento che me l'ha resa antipatica). 

La storia di Artemisia ha permesso alla Vreeland di far conoscere a noi lettori la realtà fastosa delle corti italiane di Napoli, Roma e Firenze tra balli e feste e personaggi storici come Cosimo de' Medici e Galileo Galieli che incontriamo al loro interno.
""Vi rendete conto della grandezza del vostro successo? La prima donna a entrare in Accademia. Una donna che combatte la limitatezza della tradizione. una donna con una sua visione personale. Ammirevole davvero"."
In contrapposizione al fasto delle corti c'è un altro luogo importante della storia, il Convento di Santa Trinità a Roma, dove vive Suor Graziella, altro personaggio femminile di grande importanza. Suor Graziella, al pari di Artemisia è una donna che ha sofferto per la sua vita passata di donna sposata e soffre per la perdita di libertà nel convento. La sofferenza, però, non le impedisce di essere una guida per Artemisia che ritrova, proprio nelle suore del convento, una sorta di sostitutivo della madre, una mano che la guida nei momenti di peggiore sconforto e la sostiene in quelli di gioia.

La lettura di questo romanzo è stata sicuramente positiva e piacevole, complice di ciò, il fatto che la Vreeland ha uno stile che non annoia e, per chi ha già qualche conoscenza di arte, permette di riconoscere facilmente le opere descritte nel testo senza mai essere pesante e pedante. Sicuramente un punto a favore è la narrazione in prima persona che facilita l'immedesimazione con il personaggio, e lo sguardo da pittrice che rende le descrizioni ancora più realistiche. 
E' una lettura che consiglio sicuramente a chi vuole conoscere un personaggio realmente esistito, sebbene la sua vita in questo libro sia stata romanzata. E' un libro da consigliare a chi ama i libri che parlano di arte, ma anche a chi vuole leggere la storia di una donna che riesce ad affermarsi senza necessariamente dover dipendere da qualcuno, una donna forte segnata da un episodio della sua vita da cui non può staccarsi tanto facilmente.

Cari Vaggialettori mi rendo conto che questa più che una recensione è stata una mini recensione ma d'altra parte mica posso anticiparvi tutto quello che c'è nel libro, altrimenti che gusto c'è a leggerlo?!?!
Spero comunque che vi sia piaciuta, fatemi sapere se avete letto questo libro, se avete intenzione o meno di farlo e se lo avete già fatto cosa ne pensate.. 
Per ora è tutto.. Alla Prossima.. un abbraccio virtuale a tutti voi e BUONA FESTA DELLA DONNA LETTRICI E NON !!!