venerdì 17 febbraio 2017

RECENSIONE "LA LAMA DELL'ASSASSINA" di SARAH J. MAAS

SALVE A TUTTI VIAGGIALETTORI BENVENUTI O BENTORNATI SUL MIO BLOG!!!


Come state? Il 2017 è cominciato da un paio di mesi e io sono sommersa di libri e scelte da fare... Sono stata una pazza a voler partecipare a delle sfide di lettura??? Forse si, e sto cominciando a rendermene conto... Ma lasciamo stare questi problemi e andiamo avanti. 
Sicuramente state notando come il blog stia cominciando ad essere più attivo, date le numerose recensioni che sto pubblicando, ma quella di oggi è una lettura fatta a dicembre e la pubblico adesso perché ho deciso di mantenere la recensione del venerdì per tutte le letture che faccio al di fuori delle sfide che sto facendo. 
A questo punto non mi resta altro da dirvi che... BUONA LETTURA!!!


TRAMA: Raccolta di cinque novelle che costituiscono il prequel della saga de IL TRONO DI GHIACCIO con protagonista Celaena Sardothien.
Celaena è un'assassina e come tale viene incaricata di portare avanti incarichi che spesso mettono in pericolo la sua stessa vita.
Attraverso le cinque novelle, contenute nel libro, riusciamo a conoscere le motivazioni che la portano a fare determinate scelte comportamentali nei cinque volumi successivi della saga.


Titolo: La lama dell'assassina
Autore: Sarah J. Maas
Casa Editrice: Mondadori
Anno: 2016
Pag: 403
Prezzo: 12,50 euro




VALUTAZIONE:


Non sono particolarmente amante dei racconti o delle novelle, insomma di tutte quelle forme di scrittura che ti portano a seguire una storia che si concluderà nell'arco di dieci pagine. Io sono per le storie lunghe, quelle che ti permettono di entrare nel mondo creato dallo scrittore in punta di piedi e che poi riescono a coinvolgerti totalmente, come se tu fossi parte integrante di quel mondo. 
Questo non lo dico solamente per le storie ambientate in mondi molto lontani dal nostro o, come in questo caso, in mondi fantasy, no, la mia è una riflessione su qualsiasi tipo di genere utilizzi queste strutture.
Nonostante la mia scarsa affezione a questo genere, ho comunque deciso di leggere La lama dell'assassina, raccolta di novelle con le quali si entra a conoscenza della protagonista della saga IL TRONO DI GHIACCIO di Sarah J. Maas. 
Non so dirvi se questo libro sia fondamentale nella lettura della saga, nel senso che molti di coloro che lo hanno letto lo hanno fatto perché volevano sapere qualcosa di più della protagonista.
Comunque sia, ho deciso di leggerla perché ne ho sentito parlare sempre molto bene e poi sono molto affascinata dal mondo delle gilde e dal fantasy ambientato in questa sorta di Medioevo alternativo fatto di spade, pugnali, e magia.
Ho comprato questo libro in un momento di raptus istintuale, di solito quando entro in libreria ci sto un po', girando per gli scaffali e cercando di memorizzare i titoli che più mi attirano per poi scegliere quale prendere, in questo caso invece l'ho visto e l'ho preso!
In realtà c'erano anche i primi due volumi della saga ma ho preferito non prenderli perché devo ancora decidere se comprarli in italiano o in inglese. Nel frattempo cerco di finire le altre saghe che ho iniziato e lasciato sospese, la maggior parte delle quali ad un solo volume dalla fine, povera me!!!
Torniamo alla Maas e facciamo le persone serie... Allora!!!

La raccolta mi è piaciuta molto, non si è trattato di storie totalmente scollegate tra loro, anzi, in ogni novella c'era un piccolo elemento di congiunzione con la storia precedente, quasi fossero dei capitoli di uno stesso romanzo, e devo dire che mi sono piaciute molto.
Il mondo che viene rappresentato dalla Maas è molto dettagliato ma non è mai costituito di elementi in eccesso o che sembrano essere inutili. Tutto quello che viene descritto è comunque funzionale all'andamento della storia e al suo incedere, grazie anche ad uno stile non particolarmente articolato o complicato che può renderne pesante la lettura.
Sono molto contenta di aver visto la presenza delle Gilde, in questo caso di Assassini, che mi sembrano elemento particolarmente rappresentativo di questi mondi, e sicuramente il fatto che l'autrice abbia fondato le sue storie su contrasti molto evidenti, nelle ambientazioni come nei personaggi.
Per rimanere nell'ambito delle ambientazioni, sicuramente cade davanti agli occhi il fatto che lo sfarzo e la ricchezza in cui vive Celaena e la sua Gilda contrastano poi con la realtà della città e delle varie ambientazioni in cui si svolgono le sue missioni. 
Altro contrasto evidente è proprio nel personaggio di Celaena, una sorta di "ibrido" ai  miei occhi, che unisce l'aspetto di spietata assassina dal cuore tenero all'essere una sedicenne con i problemi di tutte le adolescenti del mondo che hanno la sua stessa età. 

Insomma un libro di cui non posso parlarvi più di tanto perché rischierei di dire qualcosa e anticiparvi tutto o comunque togliervi il piacere della scoperta. 
Un fantasy che, almeno per ora, non si basa sulla presenza di creature fantastiche o magiche, ma che trova il suo punto di forza nella caratterizzazione approfondita dei personaggi che si incontrano, sulle descrizioni realistiche di un mondo particolarmente fascinoso, almeno per quanto mi riguarda, e soprattutto sul fatto che ci sia il giusto dosaggio di azione e narrazione. 
Non mi piacciono i libri che hanno al loro interno solo combattimenti ad ogni pagina, che devi stare con tremila occhi per seguirli perché nelle pagine si continuano a susseguire solo salti, cambi di posizione, mosse di lotte e attacchi, insomma avete capito. In questo caso c'è azione, sicuramente, ma questa non è mai trattata in maniera eccessivamente pesante.

Insomma si è capito, credo, che è una saga che sicuramente leggerò, non per adesso, ma lo farò sicuramente. Per quello che ho potuto notare mi piace anche lo stile adottato dalla Maas nella narrazione come pure nelle descrizioni. Di certo non ci si può aspettare un fantasy alla Tolkien, ma non credo che le nuove generazioni di tale genere debbano per forza essere tutti delle ciofeche in tal senso.

Bene, recensione lampo, lo so, ma più di tanto non ho potuto dirvi quindi sappiate che è stata una bella lettura e che il voto di tre farfalle è stato dato con la speranza che i prossimi libri possano arrivare ad un livello superiore :-)

Spero che la recensione abbia fatto il suo lavoro, fatemi sapere se avete letto questo libro o la saga e cosa ne avete pensato, io spero di recuperare le saghe che ho iniziato così da potermi immergere completamente in questo mondo. Adesso vi saluto, vado a preparare altri post, ci rileggiamo presto amici e buon viaggio... tra le pagine dei vostri libri!!!

Nessun commento:

Posta un commento